11 maggio 2015

I nostri consigli - Non-fiction

Nella sua storia il Mississippi ha cambiato più volte faccia: confine o terreno di scontro fra i territori colonizzati dalle potenze europee, arteria di comunicazione e commercio, motore dello sviluppo economico della nazione americana. E spettatore dei risvolti più oscuri di questo sviluppo, con i suoi sentieri che ancora riecheggiano dei lamenti degli indiani deportati e degli schiavi in catene. Viaggiando lungo il suo corso, l'autore racconta il Grande Fiume, lo ascolta e interpreta la mutevolezza delle sue acque, e svela scorci mozzafiato, angoli nascosti e testimonianze di un passato ancora pulsante. 
Mario Maffi, Mississippi, Il Saggiatore 2015


Le strade e le piazze costituiscono la sfera collettiva del nostro vivere la città, piccola o capitale che sia. Di queste strade, e soprattutto di queste piazze, è urgente riesumare la nozione, sia per tentare di porre rimedio alle "malefatte" del passato, sia per non riprodurle in avvenire. Tassello fondamentale di questo programma è una precisa cognizione del significato delle piazze nella dimensione simbolica della città. Se oggi si tende a riconoscere una piazza soltanto nel suo aspetto materiale, in realtà ogni singola piazza progettata e costruita nel passato aveva un suo significato, e proprio la familiarità con tale significato le rendeva riconoscibili a tutti i cittadini. 
Marco Romano, La piazza europea, Marsilio 2015


Dall'epoca delle pitture rupestri paleolitiche l'umanità convive con riti, formule e pratiche magiche. Contenitore millenario delle illusioni e delle paure della nostra specie, la magia accompagna anche la cultura classica, dove affiance le origini della filosofia e della scienza, e le forme più alte della poesia e del pensiero, da Omero, ai tragici, ai medici e a Platone. Il libro ci guida alla scoperta di questo versante occulto dell'antichità, partendo dalle forme universali del pensiero magico per arrivare a una antropologia della magia nel mondo antico.
Giulio Guidorizzi, La trama segreta del mondo, Il Mulino 2015



Un'attivista conosciuta ovunque nel mondo, che ha combattuto tutta la vita per i diritti delle donne; che ha portato milioni di persone a ballare per le strade e nelle piazze, in un flash mob globale di protesta; che ha contribuito a fondare in Congo la Città della Gioia, un centro di accoglienza per donne violentate. Poi, in un giorno qualunque, un presentimento: qualcosa dentro di lei non sta funzionando come dovrebbe. E una radiografia che rivela una "gigantesca pozza di nero" proprio al centro del suo corpo. È così che Eve Ensler, celebrata autrice dei Monologhi della vagina, scopre di avere un cancro all'utero in stadio avanzato. A 57 anni, dopo aver aiutato migliaia di donne, Eve deve andare in soccorso di se stessa.
Eve Ensler, Nel corpo del mondo, Il Saggiatore 2015



Nessun commento:

Posta un commento