31 agosto 2015

I nostri consigli - Graphic novel - Lion

Kansas, 1965. La vampira americana Pearl Jones è tornata nel suo paese natale, dando rifugio a fuggitivi in cerca di protezione dai feroci vampiri carpaziani. Ma l'arrivo di una razza di non-morti sconosciuta, antichissima e ancor più feroce, metterà Pearl, Calvin e Skinner Sweet di fronte a incredibili verità sull'origine della loro maledizione.
Scott Snyder, Rafael Albuquerque, American Vampire vol.6, Lion 2015






Joker è morto. Arkham City è chiuso. All'inizio di un nuovo giorno Bruce Wayne si trova devastato dal dolore, in attesa di guarire dalle ferite e a domandarsi se il suo ruolo come Batman sia ancora necessario per il futuro della città. Ma ogni alba su Gotham City fa sempre sorgere nuove minacce dall'oscurità: quali nuovi, tremendi segreti verranno svelati dal testamento di Joker?
Peter J. Tomasi, Viktor Bogdanovic, Batman: Arkham Knight vol. 1, Lion 2015




Capitan Cold. Heat Wave. Mirror Master. Il Mago del Tempo. Aliante. Trickster. Il Pifferaio. Questo gruppo di super-criminali si fa chiamare "I Nemici" e segue tre semplici regole: non uccidere, non consumare droghe e impegnarsi al massimo per portare a termine i propri crimini. Questo codice di comportamento rigoroso e le loro armi all'avanguardia rendono i Nemici, da sempre, gli avversari più temibili di Flash. Erano una squadra, un esercito e allo stesso tempo una famiglia disfunzionale, capace di realizzare grandissime imprese. Adesso però qualcosa è cambiato...
Francis Manapul, Brian Buccellato, New 52 Limited: Flash vol. 2, Lion 2015



Dopo che Wonder Woman ha scoperto la sua vera identità - è la figlia di Zeus e della regina delle Amazzoni Hippolyta - ha dovuto affrontare molti momenti difficili. Gli dèi dell'Olimpo Apollo ed Era infatti non vogliono uccidere solo lei, ma anche il bambino che Zeus ha concepito di recente con una donna mortale. La necessità di salvare il bambino - e la sua stessa vita - ha spinto Diana ad allearsi con molte divinità, anche se in gioco non ci sono solo quelle dell'Olimpo. I cosiddetti Nuovi Dèi, cioè delle entità potentissime provenienti dallo spazio profondo, sono pronti a inviare il loro guerriero più forte per distruggere il bambino e nelle gelide terre ai confini del mondo Wonder Woman sarà costretta a una battaglia che risveglierà antiche rivalità.
Brian Azzarello, Cliff Chiang, New 52 Limited: Wonder Woman vol. 3, Lion 2015

28 agosto 2015

I nostri consigli - DVD

Un'esuberante giovane vedova, madre di un ragazzo, si vede costretta a prendere in custodia a tempo pieno il figlio, un turbolento quindicenne affetto dalla sindrome da deficit di attenzione. Mentre i due cercano di far quadrare i conti, scontrandosi e discutendo, Kyla, l'originale, nuova ragazza del quartiere, offre loro il suo aiuto. Assieme, troveranno un nuovo equilibrio e tornerà la speranza.
Xavier Dolan, Mommy, 2015





Determinato nel dimostrare di essere un vero artista, un supereroe dello schermo, Riggan Thomson, rischia tutto per finanziare uno spettacolo a Broadway. In conflitto con le critiche interne ed esterne, un alter ego squilibrato, l'allontanamento dalla figlia e una star del palcoscenico dal temperamento capriccioso, Thomson vuole dimostrare le sue capacità. 
Alejandro G. Inarritu, Birdman, 2015






Claude e Marie Verneuil sono una tranquilla coppia borghese cattolica e conservatrice che ha allevato 4 figlie secondo i principi di tolleranza, integrazione e apertura che sono nei geni della cultura francese. Ma il destino li mette a dura prova - non una ma ben 4 volte! Il primo boccone amaro arriva infatti quando la loro primogenita decide di sposare un musulmano e poi la seconda figlia sceglie di sposare un ebreo e la terza un cinese. Ormai tutte le loro speranze di assistere a un tradizionale matrimonio in chiesa vengono riposte sulla figlia minore che finalmente, grazie al Cielo, ha incontrato un bravo cattolico...
Philippe de Chauveron, Non sposate le mie figlie!, 2015


Una bambina scompare. Un poliziotto è convinto della colpevolezza di un insegnante. Quest'ultimo viene sospeso dal suo incarico e cerca la propria vendetta privata. Un thriller israeliano venato di cinico humor nero, su sospetto, violenza, colpa e lati oscuri della natura umana.
Aharon Keshales, Navot Papushado, Big Bad Wolves, 2015

27 agosto 2015

I nostri consigli

Avverte Trollope che il lettore potrebbe scegliersi anche un altro eroe del suo romanzo, oltre al dottor Thorne: il giovane Francis Newbold Gresham. Ma anche un terzo personaggio si aggiunge come candidato a quel posto: è Mary Thorne, nipote del medico, non bellissima, briosa e accattivante, superiore eticamente ai comprimari. Di lei il giovane Gresham si innamora ed è lei a possedere il capo del filo che condurrà a buon fine il vorticoso intreccio. Il corso principale del quale, tacendo degli affluenti minori dei rivoli e dei rigagnoli di storie parallele che Trollope guida meravigliosamente tutte al loro esito, è costituito dalle vicende di tre principali nuclei familiari.
Anthony Trollope, Il Dottor Thorne, Sellerio 2005


Uno scrittore solitario. Un taccuino nero con nomi, numeri di telefono e date di appuntamenti. Una ragazza misteriosa dalle mille identità. Una banda di loschi individui senza scrupoli. Tra le strade e i caffè di una Parigi onirica e struggente la ricerca di una verità che è sempre lì a un passo, eppure irraggiungibile.
Patrick Modiano, L'erba delle notti, Einaudi 2014






In un giorno di primavera del 1910, Stephen Wraysford, venti anni, inglese, gli occhi bruni e attenti e una sfrontata indifferenza giovanile dipinta sul volto, fa il suo ingresso nella casa degli Azaire ad Amiens. L'agiato signor Azaire possiede una rinomata filanda che ha tra i suoi fidati clienti la ditta per la quale lavora Stephen, spedito lì per appurare la possibilità di una più stretta collaborazione. Il soggiorno in casa Azaire si rivela, tuttavia, fatale per il giovane inglese. La casa, piena di eleganti salette e corridoi, oltre al quarantenne signor Azaire e ai figli, accoglie tra le sue mura Isabelle, la giovane, affascinante moglie: è per Stephen un'apparizione irresistibile che sovrasta ogni sua convenzionale idea della bellezza...
Sebastian Faulks, Il canto del cielo, Beat 2012

Questo romanzo racconta la storia struggente di Eileen Tumulty, figlia di immigrati irlandesi del Queens, che da sempre sogna un futuro migliore, lontano dalla madre alcolista e dal padre operaio. Eileen sposa Ed Leary, uno scienziato dai modi gentili che indaga gli effetti degli psicofarmaci sul cervello. Non le ci vuole molto per capire che Ed rinuncia volentieri a lavori meglio remunerati, a una casa più grande, ad amicizie più stimolanti, per dedicarsi anima e corpo alla ricerca e all'insegnamento. Così, dopo la nascita del figlio Connell, Eileen decide che tocca a lei lottare per il benessere della famiglia. Risparmiando parte del suo salario da infermiera, riesce ad aprire un mutuo per una casa a Bronxville, ma proprio quando finalmente il suo sogno sembra avverarsi, la famiglia viene messa a dura prova da un feroce colpo del destino.
Matthew Thomas, Non siamo più noi stessi, Neri Pozza 2015

26 agosto 2015

I nostri consigli - Non-fiction

Quali erano i peccati più diffusi tra le donne del Medioevo? In questo libro la risposta di uno dei più grandi storici di quell'epoca, che ricostruisce squarci interessantissimi di vita quotidiana e di un intero ambiente culturale.
Georges Duby, I peccati delle donne nel Medioevo, Laterza 2011 (sesta ed.)








Il Dandy in Italia è spesso confuso con lo "snob" o con il "gagà", sebbene abbia tutt'altre radici culturali e filosofiche, rintracciabili in personaggi come Baudelaire, Oscar Wilde, Kierkegaard e Nietzsche. Fin dai tempi di Brummell, e ancora prima di Brummell, il Dandy è sempre un esule, collocato in un mondo che non gli appartiene e da cui non subisce condizionamenti. A maggior ragione dunque la sua figura e il suo modus vivendi, inclusi la vita e l'arte, sono stati spesso fraintesi, e banalizzati fino a risultare irrimediabilmente confusi. 
Daniel S. Schiffer, Filosofia del dandysmo, Excelsior 1881 2010



Le credenze, i valori, i comportamenti collettivi che definiscono il complessivo atteggiarsi dell'uomo medievale nei confronti del mondo naturale, del soprannaturale, del proprio stesso corpo. Di questo racconta il libro, e di una umanità assediata da una natura ostile irta di pericoli veri e immaginari, perduta in un labirinto "gotico" di sofferenze e terrori, macerata nelle penitenze. Ma è la stessa umanità che caparbiamente resiste agli urti delle calamità e dei barbari, conquista nuovi spazi all'agricoltura, ridà vita alle città decadute, e per questa via torna a imporre la propria regola su quella naturale che, nel naufragio dell'età antica, pareva destinata a sommergere l'intera civiltà.
Vito Fumagalli, Quando il cielo s'oscura, il Mulino 2014


Green autobiography è un libro che introduce alla letteratura green. Per scoprire che, come noi raccontiamo la natura, anch'essa si narra con i suoi linguaggi, le sue fisionomie, i suoi richiami. Ci suggerisce le modalità per redigere diari naturalistici, memorie di viaggio, liriche e vere e autentiche autobiografie. Ci conduce alla conoscenza introspettiva del sentimento innato che tutti ci lega e riconduce alla terra, per non allontanarcene. Per rendere il nostro andare a piedi tra boschi, colline, spiagge più ricco di osservazioni e riflessioni. Questo è dunque un libro che si rivolge a chiunque, per professione, volontariato ambientalista, o per pura passione e affezione, anche pedagogica, non voglia dimenticare tutto ciò che i mondi verdi o desolati, aspri, impervi della nostra Terra, dei nostri cieli, delle nostre acque ci offrono e propongono. 
Duccio Demetrio, Green autobiography, Book Salad 2015

25 agosto 2015

I nostri consigli - Non-fiction

Per Tomasz Konicz, il capitalismo in sé è lo scandalo. Nessuno è difatti colpevole della crisi, ma questa sta intensificando il proprio effetto proprio perché gli attori del mercato soddisfano in modo esemplare le esigenze della valorizzazione del capitale - e così facendo portano alle estreme conseguenze le contraddizioni inerenti al sistema di produzione capitalistico.
Tomasz Konicz, Exit - Ideologie della crisi, Stampa alternativa 2015






Pensiero mitico e struttura sociale nell'analisi di uno dei più fecondi interpreti di Lévi-Strauss. In Sebag, lo strutturalismo si concilia con il marxismo in una visione che abbraccia il senso del mito nella storia. Questo libro si concentra sulla cultura degli indiani pueblo per portare alla luce il doppio canale di scambio e contaminazione tra mito e ideologia da una parte e legami sociali dall'altra. Il canale di comunicazione tra i due ambiti è sempre aperto e la ripetizione in altre forme dei valori di fondo condivisi crea nuove forme di aggregazione nella società. Un metodo completo e proficuo, un esempio diretto in una civiltà così lontana e così vicina a noi.
Lucien Sebag, Mitologia e realtà sociale, Ghibli 2014


Vecchie stampe popolari e antichi testi latini, greci e persino egizi tramandano la consapevolezza che l'ordine sociale si regge solo su un rapporto di forze che fa apparire logico quanto, in un diverso rapporto di forze, sarebbe sembrato assurdo. Nasce così il mito del mondo alla rovescia, dove il povero fa l'elemosina al ricco, i pesci volano, la pecora tosa il pastore e così via; un mondo di cose contro natura, dove prende finalmente corpo l'attesa di una rivoluzione sociale. L'autore, riallacciando l'utopia popolare ai miti classici, costruisce la storia di uno dei motivi più comuni della nostra civiltà: l'aspirazione a rifare il mondo per dargli nuovo e migliore ordinamento. 
Giuseppe Cocchiara, Il mondo alla rovescia, Bollati Boringhieri 2015

Siete in società e, per un malaugurato caso, si inizia a parlare di letteratura e scrittori. Parte allora una gara a chi spara i nomi più sconosciuti, esotici ed esoterici. Voi, persi tra ricordi scolastici e best seller, restate bloccati e vorreste scomparire... Imbarazzante, vero? Ebbene tutto ciò sarà solo un ricordo! Grazie a Fabrice Gaignualt e al suo "Dizionario di letteratura per snob o presunti tali" sarete in grado di citare anche voi nomi e opere di tutti quegli autori di culto che faranno di voi dei veri leoni da salotto!
Fabrice Gaignault, Dizionario di letteratura a uso degli snob, Excelsior 1881 2008

24 agosto 2015

I nostri consigli

Questo libro si situa in quella narrativa incentrata su temi fantastico-intellettuali, e ha nobili maestri nel paese dell'argentino Dominguez. Le tenaci realtà generate dalla finzione o dall'interpretazione o dall'equivoco; "i libri che cambiano il destino delle persone": con svolgimenti, in questo racconto, che seguono le linee dell'allegoria e della ricerca avventurosa.
Carlos Maria Dominguez, La casa di carta, Sellerio 2011






Melmoth ha fatto un patto col diavolo per ottenere il prolungamento della vita. E se riuscirà a trovare chi condivida la sua sorte eviterà la dannazione. Il patto risale al XVII secolo e generazione per generazione, Melmoth ottiene solo rifiuti: anche il prigioniero di un manicomio, anche una vittima dell'Inquisizione, nessuno accetta il suo patto. La ricchezza di scene di terrore e di raccapriccio, ancora oggi sconvolgenti, ha contribuito a farlo diventare un autentico bestseller internazionale.
Charles Robert Maturin, Melmoth l'Errante, UTET 2008




Nel "Silenzio delle conchiglie" Helen Keller, una delle donne più famose di tutti i tempi, racconta i primi anni della sua vita. Siamo nel 1880, la piccola Helen ha solo pochi mesi quando viene colpita da una terribile malattia in seguito alla quale perde la vista e l'udito. La sua vita diventa all'improvviso silenzio e buio senza fine. L'impossibilità di comunicare con gli altri la tortura fino all'età di sette anni, quando finalmente arriva un angelo: Anne Sullivan, una delle primissime insegnanti in grado di confrontarsi con alunni sordi e ciechi. E l'inizio di una nuova vita. Grazie ad Anne la piccola Helen imparerà a leggere, scrivere e in seguito a parlare così come imparerà il significato della parola "amore". 
Helen Keller, Il silenzio delle conchiglie, Edizioni E/o 2014

Un'aspirante scrittrice si trasferisce in un nuovo appartamento e scopre che l'anziana padrona di casa coltiva strani ortaggi a cinque dita. Un chirurgo affermato è avvicinato da un'affascinante cantante di pianobar, che cerca un rimedio per la mostruosità del suo cuore. Intanto, una brama violenta muove un solitario artigiano di borse, disposto a tutto pur di avere quel cuore prodigioso. Sullo sfondo, una residenza vetusta divenuta un museo della tortura: in giardino un'enorme tigre del Bengala sta morendo, e forse anche il vecchio custode della villa, insieme ai suoi segreti. Undici storie parallele, un'unica mano invisibile che ne regge i fili: la recondita diabolicità dell'essere umano. Madri e figli, vittime e amanti clandestini, assassini e anonimi passanti, i destini si intersecano in una rete sempre più nera e inquietante di enigmi e indizi.
Yoko Ogawa, Vendetta, ilSaggiatore 2014

21 agosto 2015

I nostri consigli - Graphic novel - Mondadori

In un futuro non troppo lontano, un sottomarino americano, equipaggiato con le ultime tecnologie, si imbatte in un immenso santuario nascosto nelle profondità del Mediterraneo. L'USS Nebraska intraprende così una vera e propria discesa agli inferi: alcuni membri dell'equipaggio cominciano a mostrare segni di squilibrio, altri scompaiono, mentre a bordo scoppia un'epidemia.
Xavier Dorison, Christophe Bec, Fantastica 2: Santuario, Mondadori 2014





Estate 1951. Doris porta sua figlia malata, Cora, al sanatorio di Waverly Hills. Lei stessa vi era stata ricoverata, all'età di 11 anni. L'ospedale è il più rinomato degli Stati Uniti per la cura della tubercolosi. In realtà, Doris non avrebbe potuto trovare posto peggiore per sua figlia...
Christophe Bec, Stefano Raffaele, Fantastica 18: Pandemonium, Mondadori 2015






Bruce J. Hawker è un tenente della Royal Navy inglese disonorato per aver lasciato nelle mani degli spagnoli la sua nave e il suo particolare carico: un'arma segreta che avrebbe consegnato alle navi di Sua Maestà il predomino dei mari. Riguadagnato l'onore grazie al suo coraggio, ora Hawker deve lavorare per i servizi segreti per rientrare in possesso dei pezzi dell'arma. Il tenente farà di più, recuperando anche i vascelli perduti. Tornato sulla terra ferma...
André-Paul Duchateau, William Vance, Historica 31: Bruce J. Hawker - Al servizio di Sua Maestà, Mondadori 2015



1915, Prima guerra mondiale, fronte turco. Nell'inferno dei Dardanelli un battaglione di giovani australiani scopre la barbarie di un conflitto sanguinario; tra loro due personaggi assai diversi, Thomas Freeman e Stucker. Freeman è un soldato aborigeno capace di rifugiarsi con la mente nel tempo del sogno, un luogo mitico nel quale ha avuto origine il mondo in cui viviamo. È una facoltà tramandatagli dai suoi antenati che gli consente, almeno temporaneamente, di sfuggire alla realtà. Stucker è invece un ufficiale idealista che ha una sua personale e assai diversa strategia per dominare l'orrore: abbracciarlo e diventare un animale assetato di sangue. I due incarnano il dilemma eterno di ogni guerra: cavalcare l'onda di sangue e violenza o tentare di fuggirla?
Stéphane Antoni, Olivier Ormière, Historica 26: La grande guerra - Scontro tra imperi, Mondadori 2014

20 agosto 2015

I nostri consigli

L'ipogeo segreto di Salvador Elizondo è una città inaudita, un sottosuolo che affaccia sull'infinito, una enigmatica geometria letteraria che i personaggi del romanzo si incaricano di decifrare e sovvertire. Consapevoli di essere figure letterarie, di coincidere con l'atto di scrittura che li crea, H., X., il Saccente, l'Altro e lo Pseudo-T inseguono il loro autore, l'Immaginato, e fra dubbi, supposizioni e oscure teorie, tentano di entrare in possesso del libro che Mia, "la Cagna", legge accanto a una finestra e in cui suppongono sia narrata la loro storia.
Salvador Elizondo, L'ipogeo segreto, Eir 2015



Forse per il fascino oscuro della vicenda che narra, forse per le spregiudicate insidie che tende al lettore o forse per l'alone di leggenda che circonda il suo autore, questo è un romanzo di culto che da mezzo secolo il Messico si tramanda di generazione in generazione come la più conturbante opera al nero della sua letteratura. Un appartamento messo a soqquadro fa da soglia a una Città del Messico trasfigurata. Fuori è sempre notte, le strade sono popolate da figure spettrali, il tempo è sconnesso, contraddittorio, prigioniero del déjà-vu e la vita è retta da un codice tanto enigmatico quanto implacabile. Dentro, asserragliato fra cataste di libri, bottiglie di rum, mozziconi di sigaretta e mucchi di lettere indirizzate a sconosciuti, un uomo parla da solo...
Juan Vicente Melo, L'obbedienza notturna, Eir 2014

Jess ha quattordici anni e il mondo sta per finire. Il padre, fervido credente, ha deciso lasciare Montgomery, Alabama, e portare la famiglia a ovest, destinazione California, con la speranza di assistere alla Seconda Venuta e nel tragitto convertire quante più anime possibile. In compagnia di una madre rassegnata e una sorella adolescente, Jess si confronta con i non credenti che incontra lungo la via, nei fast food, in diner polverosi dove il tempo sembra essersi fermato, in stazioni di servizio semideserte, in squallidi motel, sviluppando di riflesso una comprensione sempre maggiore di se stessa. Via via che si avvicina il Giorno del Giudizio, però, Jess scopre di non temerlo quanto pensava: la gravidanza segreta della sorella e il rapporto sempre meno saldo che lega i genitori incombono all'orizzonte con un'aria molto più minacciosa.
Mary Miller, Last days of California, Clichy 2015

Nella città brasiliana di Diamantina, tra il 1893 e il 1895, l'adolescente Helena annota con cura le sue giornate, i suoi pensieri e le storie - bizzarre e toccanti - della piccola comunità mineraria che la circonda. Di fronte a lei si muove una popolosa famiglia sottoposta all'indiscussa e benevola autorità della nonna, mentre la vita procede tra amori, miracoli, drammi e incontenibili gioie. Sono cronache di vita quotidiana che la giovane autrice racconta con un misto di stupore infantile e sorprendente consapevolezza. 
Helena Morley, La mia vita da bambina, Castelvecchi 2015

19 agosto 2015

I nostri consigli - DVD - Real Cinema Feltrinelli

"Fondata sul lavoro", dice dell'Italia il primo articolo della Costituzione Repubblicana, un pilastro di progresso e civiltà che da troppo ormai l'acqua cattiva della barbarie corrode alla base, nell'indifferenza di un tempo in cui i diritti si trasformano in chimere. Tra i volti e le voci del lavoratori protagonisti del cinema di Daniele Segre scorre un ventennio di controrivoluzione dei diritti in Italia, un tempo senza pietà per i vinti in cui una lotta di classe alla rovescia ha scatenato un'offensiva senza precedenti contro molto di ciò che i nostri padri avevano conquistato.
Daniele Segre, Vivere e morire di lavoro, Feltrinelli 2012



Room 237 è un viaggio dentro un film, Shining, e dentro a tutto ciò che è possibile vedervi ancora oggi di nuovo, dopo trentatré anni; la scoperta di un tesoro che fotogramma dopo fotogramma, figura dopo figura, diventa qualcosa di diverso da quello che è, pur rimanendo sempre lo stesso film. La paura arcana del soprannaturale e il fascino perverso di scoprire i fili che lo muovono dietro le quinte di un set cinematografico. Perché nessun sogno, al risveglio, è solamente un sogno.
Rodney Ascher, Room 237, Feltrinelli 2013




Questo film è stato girato durante la preparazione e le riprese di Apocalypse now. È da sempre considerato un esempio perfetto di cinema documentario. Non assomiglia per niente a un backstage o, come si dice oggi, un making-of. Raccontando sclerotici finanziatori e bancarotte pendenti, Brando bizzoso e giungla filippina, Eleanor, moglie di Francis Ford Coppola - insieme a Bahr e Hickenlooper - ci mostra il percorso a fil di lama che dall'idea genera un film... e che film!
Fax Bahr, George Hickenlooper, Eleanor Coppola, Hearts of darkness, Feltrinelli 2009



Come è accaduto che un uomo, un cattolico-nazionalista della classe mdeia, potesse diventare l'ideatore ed esecutore delle strategie che portarono allo sterminio di milioni di ebrei, comunisti e rumeni? Da dove nasce questa ideologia? Come vedeva se stesso, e come era visto in privato, dalla moglie Margarete, dalla figlia Gudrun e dalla amante Hedwig? Come è stato possibile che l'uomo che tanto elogiava le cosiddette virtù tedesche, come l'ordine, la decenza e la bontà, quando scriveva a casa, nel bel mezzo della guerra e dell'Olocausto, affermasse: "Malgrado tutto il lavoro, sto bene e dormo bene"? Come può un uomo diventare un eroe ai propri occhi ed essere uno sterminatore di massa agli occhi del mondo?
Vanessa Lapa, L'uomo per bene, Feltrinelli 2015

18 agosto 2015

I nostri consigli - Non-fiction

Lifting, rinoplastiche, mastoplastiche, liposuzioni, iniezioni di collagene: il corpo alla fine del XX secolo è divenuto estremamente mutabile, e la sua alterazione è ormai insista nella cultura occidentale. Elizabeth Haiken ci racconta la ricerca della perfezione fisica dall'Ottocento a oggi. Una storia umana e oggettiva, tracciata con acume, che riesce a toccare questioni intriganti come la standardizzazione del corpo, la manipolazione ideologica, la valorizzazione di se stessi, il pregiudizio, il genere, l'etnia e la corsa al guadagno. 
Elizabeth Haiken, L'invidia di Venere, Odoya 2011



Il romanzo massimalista è un nuovo genere della narrativa contemporanea, nato al crocevia tra l'estetica modernista e quella postmoderna. È una forma letteraria che si è sviluppata negli Stati Uniti a partire dei primi anni '70 del XX secolo e si è diffusa in Europa all'alba del XXI, illuminata da autori come Thomas Pynchon, David Foster Wallace, Don DeLillo, Zadie Smith, Jonathan Franzen, Roberto Bolaño e Babette Factory. Stefano Ercolino propone una mappa per muoversi in questo territorio, individuando dieci elementi che definiscono il romanzo massimalista come il genere che ha rivoluzionato la letteratura degli ultimi quarant'anni.
Stefano Ercolino, Il romanzo massimalista, Bompiani 2015


Perché gli achei "credevano" allo scettro divino di Agamennone? Perché l'ostia consacrata era un simbolo di contestazione usato dagli inca nei confronti degli spagnoli? Il feticismo è una religione primitiva o è un esempio del fascino esercitato su tutti noi dalla materia informe? Le immagini sacre sono solo riproduzioni di figure divine oppure sono quelle stesse figure? Che relazione c'è tra il cibo e la religione? E come mai una macchia sul muro può diventare oggetto di culto per quanti vi vedono la Madonna? Sono alcune delle domande a cui questo libro risponde assumendo un punto di vista insolito e originale: quello della materialità della religione.
Ugo Fabietti, Materia sacra, Raffaello Cortina 2014


"Perché la credenza nel sacro? Perché ovunque riti e divieti, perché non vi è stato un ordine sociale, prima del nostro, che non appaia dominato da un'entità soprannaturale?". Girard, già con il suo memorabile saggio del 1972, La violenza e il sacro, aveva posto alcune di quelle domande ultime che l'antropologia ormai tende sempre più a celare in opaco involucro. Ma con questo libro, che apparve nel 1978 provocando subito un grande clamore, egli si è spinto sino alle cose ultime, quelle che, secondo la parola del Vangelo di Matteo, "sono nascoste sin dalla fondazione del mondo". E queste cose, come la "lettera rubata" di Poe, sono così nascoste proprio perché stanno dinanzi ai nostri occhi: nella Bibbia e nel Vangelo.
René Girard, Delle cose nascoste sin dalla fondazione del mondo, Adelphi 1983

17 agosto 2015

I nostri consigli - Graphic novel

Una figlia racconta la vita del padre, operaio in fonderia. E il diario intimo, memoria privata e familiare, si fa storia collettiva del lavoro dal dopoguerra agli anni '70. Una storia di morti in fabbrica e vita aspra, ma anche di conquiste e di tanti piccoli momenti felici. Con segno raffinato e un'economia di parole che diventa poesia, Pia Valentinis disegna lo straordinario ritratto di un'Italia appena ieri semplice, dignitosa, pulita.
Pia Valentinis, Ferriera, Coconino 2014





Ma tu lo sapevi che ognuno di noi ha una strega madrina? Forse non conosci ancora la tua, ma se apri questo libro conoscerai quella di Hannah!
Jill Thompson, Strega madrina, BAO 2012








Distrutto dalla morte della donna che ama, Baltus cade in una profonda depressione. Non riuscendo ad alleviare il suo malessere, decide di lasciare l'Olanda. È su un'isoletta della Sicilia che trova la pace interiore, ma un giorno una giornalista arriva a turbare il suo riposo. Perché lo sta cercando? La pace interiore comincia già a vacillare!
Tony Sandoval, Grazia La Padula, Echi invisibili, Tunué 2015






Una terra fantastica, dove la magia prende vita, un gruppo di mercenari senza scrupoli, comandati dal capitano Ivvro, viene reclutato per combattere nella guerra contro gli Elfi neri. Inaspettatamente, durante la battaglia, la squadra viene avvolta da una nebbia misteriosa che conduce a una strana terra ostile, dove i nostri dovranno ricompattarsi per difendersi da nuove inedite minacce. Una storia ricca di magia, portata ai lettori dalle altrettanto magiche mani di un autentico maestro del disegno come Enrique Fernandez che si è ispirato ai racconti dello scrittore fantasy polacco Andrej Sapkoski ideatore dell'affascinante personaggio di Geralt de La Rivia, stregone guerriero, protagonista del videogame open word più grande mai creato: The Witcher.
Enrique Fernandez, Brigada vol. 2, Tunué 2015

14 agosto 2015

I nostri consigli - DVD - Vintage

Giunto in una cittadina durante una vacanza dedicata alla pesca, il reporter Steve Loomis constata che tutti i pesci della zona sono misteriosamente morti. Insospettito dell'inquietudine e dall'ostilità degli abitanti, decide di indagare su alcuni strani "scienziati" da poco installatisi nelle vicinanze...
William Cameron Meinzies, Il lago in pericolo, 1951







Trigger Hicks è una ragazza energica e selvatica, ritenuta dai suoi compaesani una specie di strega. La situazione precipita quando lei rapisce un bambino, anche se lo fa a fin di bene; quasi ci scappa un linciaggio, ma un medico innamorato di lei riesce a metterla in salvo. In paese, però, per lei non c'è futuro... Quinta pellicola per Katherine Hepburn.
John Cromwell, Argento vivo, 1934






Due famiglie legate da forti vincoli di amicizia, gli Stoneman della Pennsylvania e i Cameron del South Carolina, sono separate dalla guerra civile che fa vittime tra gli uni e gli altri. Il ritorno della pace non calma gli animi. Lincoln è assassinato. Il Sud sconfitto è in mano ad affaristi del Nord senza scrupoli e ai neri violenti e ignoranti. Come reazione nasce il Ku Klux Klan che vendica i torti, ristabilisce l'ordine e salva i Cameron e gli Stoneman, assediati dalla soldataglia nera. Umanista di radici cristiane, reazionario sulla questione razziale, ma liberale in altri campi, Griffith fa un film innegabilmente razzista, celebrativo e non storico, ma, come disse Ejzenstejn, "nulla può togliergli la gloria di essere stato uno dei veri maestri del cinema americano".
David Wark Griffith, Nascita di una nazione, 1915

Un classico della suspence firmato dal regista William Wyler ed interpretato da due giganti del cinema che hanno collaborato una sola volta: Humphrey Bogart e Fredric March. E il risultato è sorprendente: teso, spaventoso e terrificante. Bogart interpreta un truffatore evaso che non ha nulla da perdere. March è un uomo qualunque che ha tutto da perdere - la sua famiglia è tenuta in ostaggio da Bogart. Con il passare delle Ore Disperate, i due uomini si affrontano in una battaglia di forza ed astuzie fino ad un indimenticabile finale da brivido.
William Wyler, Ore disperate, 1955

13 agosto 2015

I nostri consigli - DVD - Vintage

Colin Smith, in riformatorio per furto, è un bravissimo corridore. Vincere l'annuale gara campestre vorrebbe dire rimettersi in pace con il mondo, con il direttore del riformatorio e con se stesso. Ma pochi metri dall'arrivo e con grande vantaggio sul secondo,Colin...
Tony Richardson, Gioventù, amore e rabbia, 1962







Karen e Martha sono due insegnanti che gestiscono una scuola privata. Tutto va bene finché una allieva maliziosa inventa una relazione omosessuale fra loro. La piccola comunità condanna le due professoresse e le costringe a chiudere l'istituto. L'ingiusto isolamento fa emergere la vera natura dell'attrazione che Martha nutre per Karen e crea anche fra di loro una situazione molto tesa.
William Wyler, Quelle due, 1961





Assunto da un ex detenuto per rintracciare la sua fidanzata, il detective Philip Marlowe scopre che la sparizione ha qualcosa a che fare con un furto di gioielli. Sulle tracce delle pietre rubate ci sono un gangster, una spregiudicata maliarda e la sua giovane ingenua figliastra. 
Edward Dmytryk, L'ombra del passato, 1944







Il detective Frank Webber è fidanzato con la bella Alice White. Quando la ragazza si lascia convincere da un pittore ad andare nel suo studio per posare come modella, il pittore cerca di sedurla e Alice, per difendersi, lo colpisce con un coltello, uccidendolo. Frank, indagato per l'omicidio, trova un guanto di Alice sulla scena del delitto. L'altro guanto è in possesso di un ricattatore, Tracy, che chiede alla coppia denaro in cambio del suo silenzio. Alice allora pensa di costituirsi...
Alfred Hitchcock, Ricatto, 1929