27 agosto 2015

I nostri consigli

Avverte Trollope che il lettore potrebbe scegliersi anche un altro eroe del suo romanzo, oltre al dottor Thorne: il giovane Francis Newbold Gresham. Ma anche un terzo personaggio si aggiunge come candidato a quel posto: è Mary Thorne, nipote del medico, non bellissima, briosa e accattivante, superiore eticamente ai comprimari. Di lei il giovane Gresham si innamora ed è lei a possedere il capo del filo che condurrà a buon fine il vorticoso intreccio. Il corso principale del quale, tacendo degli affluenti minori dei rivoli e dei rigagnoli di storie parallele che Trollope guida meravigliosamente tutte al loro esito, è costituito dalle vicende di tre principali nuclei familiari.
Anthony Trollope, Il Dottor Thorne, Sellerio 2005


Uno scrittore solitario. Un taccuino nero con nomi, numeri di telefono e date di appuntamenti. Una ragazza misteriosa dalle mille identità. Una banda di loschi individui senza scrupoli. Tra le strade e i caffè di una Parigi onirica e struggente la ricerca di una verità che è sempre lì a un passo, eppure irraggiungibile.
Patrick Modiano, L'erba delle notti, Einaudi 2014






In un giorno di primavera del 1910, Stephen Wraysford, venti anni, inglese, gli occhi bruni e attenti e una sfrontata indifferenza giovanile dipinta sul volto, fa il suo ingresso nella casa degli Azaire ad Amiens. L'agiato signor Azaire possiede una rinomata filanda che ha tra i suoi fidati clienti la ditta per la quale lavora Stephen, spedito lì per appurare la possibilità di una più stretta collaborazione. Il soggiorno in casa Azaire si rivela, tuttavia, fatale per il giovane inglese. La casa, piena di eleganti salette e corridoi, oltre al quarantenne signor Azaire e ai figli, accoglie tra le sue mura Isabelle, la giovane, affascinante moglie: è per Stephen un'apparizione irresistibile che sovrasta ogni sua convenzionale idea della bellezza...
Sebastian Faulks, Il canto del cielo, Beat 2012

Questo romanzo racconta la storia struggente di Eileen Tumulty, figlia di immigrati irlandesi del Queens, che da sempre sogna un futuro migliore, lontano dalla madre alcolista e dal padre operaio. Eileen sposa Ed Leary, uno scienziato dai modi gentili che indaga gli effetti degli psicofarmaci sul cervello. Non le ci vuole molto per capire che Ed rinuncia volentieri a lavori meglio remunerati, a una casa più grande, ad amicizie più stimolanti, per dedicarsi anima e corpo alla ricerca e all'insegnamento. Così, dopo la nascita del figlio Connell, Eileen decide che tocca a lei lottare per il benessere della famiglia. Risparmiando parte del suo salario da infermiera, riesce ad aprire un mutuo per una casa a Bronxville, ma proprio quando finalmente il suo sogno sembra avverarsi, la famiglia viene messa a dura prova da un feroce colpo del destino.
Matthew Thomas, Non siamo più noi stessi, Neri Pozza 2015

Nessun commento:

Posta un commento