7 agosto 2015

I nostri consigli - DVD - Roman Polanski

Carol Ledoux, una giovane e bella estetista, lavora e vive a Londra con sua sorella Helen. Estremamente introversa, Carol è terrorizzata dagli uomini. L'unico rifugio è costituito dal suo appartamento. Ma quando la sorella e il suo amante partono per un viaggio in Italia, la situazione precipita...
Roman Polanski, Repulsion, 1965







Dopo il successo di Repulsion, Polanski riprende le atmosfere surreali e malinconiche de "Il coltello nell'acqua". Un gangster ferito e il suo socio giungono in un castello periodicamente isolato dall'alta marea, dove vive una giovane coppia lontana dal mondo e nascosta dentro uno spazio folle. 
Roman Polanski, Cul-de-sac, 1966







Parigi, la Città della Luce, si colora di toni oscuri e inquietanti in questo thriller psicologico. Polanski interpreta la parte del mite e gentile Trelkovsky, l'affittuario di un appartamento di Parigi con un triste passato - il precedente affittuario, una giovane donna, si è gettata dal balcone del piano più alto. Eppure la sua presenza continua a manifestarsi nell'edificio con situazioni inquietanti che alimentano la crescente ossessione di Trelkovsky per la donna. O forse stanno solo gettando benzina sul fuoco della sua pazzia?
Roman Polanski, L'inquilino del terzo piano, 1976



La straordinaria vita di Roman Polanski raccontata dal regista che davanti a una cinepresa ripercorre i momenti cruciali della sua esistenza: dalla sua infanzia nel ghetto di Cracovia alla realizzazione dei suoi primi film in Polonia, dalla sua carriera in Europa all'Oscar in America per "Il pianista"; passando per la tragedia dell'assassinio a Los Angeles della moglie Sharon Tate, il suo discusso arresto nel 1977, e l'attuale vita in Francia al fianco di sua moglie Emmanuelle Seigner. Gli incontri con Andrew Braunsberg, suo storico produttore e amico, sono stati registrati durante un soggiorno di Polanski nella sua casa di Gstaad dove, nel 2009, è stato costretto a restare agli arresti domiciliari per diversi mesi.
Laurent Bouzereau, Roman Polanski: A film memoir, 2011

Nessun commento:

Posta un commento