3 ottobre 2014

I nostri consigli - Graphic novel

Iniziata il 1 luglio 1916, la Battaglia della Somme è diventata il simbolo della follia della Prima guerra mondiale. Solo durante quel primo giorno vennero uccisi circa 21.000 soldati britannici e altri 57.000 vennero feriti. Quando l'offensiva si fermò, i morti erano più di un milione. In La Grande Guerra, l'acclamato giornalista-fumettista Joe Sacco rappresenta gli eventi di quel giorno con un'opera panoramica di sette metri muta e straordinariamente dettagliata.
Joe Sacco, La Grande Guerra, Rizzoli Lizard 2014


Capo Horn, fine del XIX secolo. La sete di conoscenza ha spinto l'uomo a varcare ogni confine geografico, ma esistono confini definiti dell'onore e dal rispetto della vita che non vanno attraversati. Lo sanno bene le tribù dei nativi che da secoli vivono in pace in uno dei territori più suggestivi del pianeta. Riusciranno a scoprirlo in tempo anche gli uomini civilizzati che bussano con violenza alle porte del confine del mondo? Avvincente epopea in due volumi.
Christian Perrissin, Enea Riboldi, Capo Horn, Lineachiara 2014




Micol, dai capelli rossi. Rashid, arrivato da poco del Nordafrica. Rico, il cappuccio sempre calato sugli occhi. Sullo sfondo, il grigio della periferia italiana, i call center, la radio che racconta l'ennesimo sbarco di migranti. Tre giovani vite sospese, tre amori che si sfiorano sotto un cielo sempre solcato da aerei diretti chissà dove. 
Vasco Brondi, Andrea Bruno, Come le strisce che lasciano gli aerei, Coconino 2012





Una densa rilettura della novella di Arthur Schnitzler, che smaschera. attraverso il monologo interiore della giovane Else, la cattiva coscienza della borghesia europea d'inizio '900, con un disegno che è un grande omaggio alla pittura della secessione viennese.
Manuele Fior, Arthur Schnitzler, La signorina Else, Coconino 2011

Nessun commento:

Posta un commento