28 aprile 2015

I nostri consigli

"Tua madre Tilde non sta bene, è stata ricoverata in un ospedale psichiatrico, ma ora è scomparsa." Quando Daniel riceve dalla Svezia la telefonata del padre, il mondo gli crolla addosso. Ma il peggio deve ancora venire: perché poco dopo è Tilde a mettersi in contatto con lui: "Tutto ciò che quell'uomo ti ha detto è una bugia. Dobbiamo parlare". E gli racconta una storia terribile, fatta di misteriose presenze, menzogne e un orrendo delitto che, forse, potrebbe coinvolgere anche suo padre. Daniel non sa più a chi credere. Per scoprire la verità, dovrà scavare nel passato della sua famiglia. E nei suoi spaventosi segreti.
Tom Rob Smith, La casa, Pickwick 2015


In una notte flagellata da un forte temporale, quattro uomini si ritrovano per caso seduti allo stesso tavolo di una taverna sperduta sui monti dell'Appennino pistoiese. Ma spesso il caso non è altro che una delle vesti di cui il destino si serve per celarsi agli uomini. A pochi passi dai quattro, infatti, sdraiato sopra una panca, c'è un mitico e sanguinario brigante, Frate Capestro. Su di lui circolano molte leggende, storie diverse che concordano tutte sulla sua astuzia e sulla sua ferocia. Adesso, ammantato di nero, il brigante dorme davanti al fuoco, tranquillo, come se non fosse l'uomo più ricercato del Granducato, e nessuno sembra badare a lui. Ma la notte è lunga...
Marco Vichi, Il brigante, Guanda 2015


Ci sono viaggi che non prevedono ritorni. Quando il giovane Langston arriva, nei primi anni Settanta, all'università di Kampala, Uganda, il mondo che lo aspetta è quello dei sogni disordinati e potentissimi della rivoluzione africana. Ad attenderlo c'è anche Isaac, studente carismatico e sognatore il cui coraggio lo seduce dal primo istante: da quando si incontrano, il viaggio di Langston diventerà un viaggio a due, e la loro amicizia una di quelle che durano tutta la vita. Eppure, ben presto le vicende sempre più tumultuose del continente li costringeranno a dividersi, e Langston partirà per l'America. Anche lì l'ombra di Isaac continuerà ad accompagnarlo, diventando l'unica cosa in grado di definirlo in un mondo dove non è più nessuno. Tanto che, lasciandosi dietro i suoi tredici nomi, Langston ne assumerà un altro, l'unico che senta davvero suo: Isaac.
Dinaw Mengestu, Tutti i nostri nomi, Frassinelli 2015

Ci sono uomini abituati a esprimersi solo attraverso il denaro. Uomini che non vanno liquidati con facili parole: lo sa bene Romolo Bugaro, che - oltre a essere uno scrittore ipnotizzato dal mondo - è un avvocato che conosce da vicino, per lavoro, le traiettorie di ascese e fallimenti. Ritrarli con verità, nel bene e nel made di cui sono capaci, è la scommessa di questo suo romanzo. Perché la verità non indebolisce il giudizio etico, anzi lo rafforza proprio nella misura in cui lo complica. Quando uomini come questi si mettono in testa di concludere un grande affare - ad esempio di costruire dal nulla una città di lusso nella provincia veneta - niente può fermarli. O forse sì. Forse può accadere che un semplice "no" di una banca produca un effetto domino senza fine, travolgendo le esistenze di tutti.
Romolo Bugaro, Effetto domino, Einaudi 2015

Nessun commento:

Posta un commento