16 marzo 2015

I nostri consigli - Graphic novels

Un graphic novel delicato, onirico, commovente racconta le urla e il silenzio, la difficoltà e la necessità di ricordare. Il genocidio Khmer e il dramma della Cambogia rievocati attraverso il viaggio iniziatico di un bambino alla ricerca del padre.
Michael Sterckeman, Loo Hui Phang, Centomila giornate di preghiera, Coconino 2013





Roma, tre giovani, un'amicizia indissolubile. Simone, che per gestire l'impresa di famiglia sta perdendo l'amore e - soprattutto - sé stesso; Tommy, chitarrista mod ed eterno sognatore, che si barcamena tra la musica e una relazione clandestina; Bianca, ragazza dolce e protettiva nei confronti degli amici. Sullo sfondo della  città eterna, i loro destini si intrecciano attraverso un caleidoscopio di sentimenti, passioni e sogni, alcuni destinati a realizzarsi e altri a svanire per sempre.
Lucio Perrimezzi, Mauro Cao, Stupidomondo, Tunué 2008




Una sala da tè - in realtà l'ambulatorio psico-animico dell'orso Sigfrido - è lo spazio intorno al quale ruotano le storie visionarie di questo graphic novel. Personaggi di ogni tipo si ritrovano a prendere un tè da Sigfrido, specialista nella creazione di infusioni e strani liquori, finendo per raccontargli le loro vite, storie tutte diverse e tutte emozionanti di felicità ancora lontane, perse nel passato o proiettate verso il futuro.
David Rubìn, La sala da tè dell'orso malese, Tunué 2009




Cupa e romantica allo stesso tempo, una favola dai toni grotteschi e surreali. Una strana comunità di bambini minuscoli si ritrova per caso in un bosco popolato da improbabili creature all'interno del cadavere di una ragazzina. Per Aurore, la bambina che cerca di mettere in ordine questo microcosmo, il compito non è così facile. E sopravvivere ai giganti del bosco la costringerà a lottare e a diventare finalmente grande.
Kerascoët, Fabien Vehlmann, Dolci tenebre, Bao 2014

Nessun commento:

Posta un commento