10 novembre 2014

I nostri consigli

Quando Mae Holland viene assunta al Cerchio realizza un sogno. Ama tutto di quel posto: la più influente azienda al mondo nella gestione di informazioni web, una sede avveniristica, la zona riposo... Pur di farne parte Mae accetta le particolari condizioni: rinunciare totalmente alla propria privacy per un regime di trasparenza assoluta, ovvero, condividere sul web, in streaming, ogni esperienza personale. Per lei non è un problema, tanto la sua vita al di fuori non è poi così interessante, anzi. Fino a quando un ex collega non la fa riflettere: il progetto di usare i social network per creare un mondo più sano e più sicuro è davvero privo di conseguenze, o rende gli esseri umani più esposti e fragili, quindi manipolabili?
Dave Eggers, Il cerchio, Mondadori 2014

È il 1937 quando Lisette giunge nel villaggio della Provenza di Roussillon, a seguito del marito, che lascia il lavoro per rispondere alla chiamata del Pascal, suo padre, ha bisogno d'aiuto a causa di problemi di salute. Il trasferimento è penoso specie per Lisette, abituata alla vita di Parigi. In più, quando arrivano trovano l'anziano in ottima salute e splendido umore. Tuttavia, nel chiuso della sua casa, nonno Pascal rivela alla coppia la vera ragione del loro arrivo: sette dipinti appesi alle pareti, di autori come Cézanne, Pissarro e altri grandi maestri, il tesoro che Pascal ha costruito nei suoi primi anni come corniciaio a Parigi. Diventeranno la "lista di Lisette", quando, scomparso Pascal e perse le tracce del marito, farà di tutto per proteggerli all'arrivo dei nazisti.
Susan Vreeland, La lista di Lisette, Neri Pozza 2014

Questo libro è una carovana di personaggi singolari che viaggiano nelle sconfinate praterie del selvaggio West. Insieme alla vecchia moribonda con cui inizia il libro, ci sono, in cerca di una terra, i figli, il nipote Josh e una misteriosa ragazzina cinese, trovata lungo il cammino. Il loro percorso finirà per intrecciarsi a quello di Zébulon, uomo in fuga, carico di denaro e progetti, di un'indiana cje salva Gifford, di Elie Coulter che ruba il cavallo di Bird Boisverd, e di molti personaggi ancora. Il mito del West rivisitato in chiave burlesque, in un romanzo che ribalta i cliché e gli archetipi dell'America delle origini.
Céline Minard, Per poco non ci lascio le penne, 66thA2ND 2014


I fratelli Kenneth e Constance Fielding non si sono mai sposati. Vivono nella loro rispettabile casa borghese nei dintorni di Londra, insieme a una cugina anch'essa nubile. Nonostante ci si trovi nel pieno della Seconda guerra mondiale, il terzetto riesce ancora ad assicurarsi quei pochi ma essenziali piaceri quotidiani che contribuiscono a conservare l'illusione che il mondo non sia mai cambiato. Fino a quando però una serie di ospiti indesiderati converge a turbare il loro ordine: una nuova e avvenente domestica esule da un paese straniero, una vecchia fiamma di Kenneth dalle mire non troppo nascoste, una ragazza irriverente in cerca di avventure... La pace di quel tranquillo angolo di periferia sembra prosciugarsi di minuto in minuto, e nessuno potrebbe mai immaginare che proprio in quella situazione di perduto equilibrio arrivi nientemeno che l'amore tanto atteso.
Stella Gibbons, Lo scapolo, elliot 2014

Nessun commento:

Posta un commento