7 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

Cosa rende unico l'essere umano, differenziandolo da ogni altro animale? Il linguaggio, la capacità di creare utensili le credenze religiose? È dal tempo di Darwin che si cerca di dare una risposta a questo interrogativo, e questo libro suggerisce una nuova affascinante soluzione all'enigma: la nostra propensione alla cooperazione sociale.
Michael Tomasello, Unicamente umano, il Mulino 2014






Una rievocazione documentata e narrata del leggendario Kabarett tedesco, dagli inizi gloriosi dell'era guglielmina agli anni "d'oro" Venti e Trenta, fino alla miracolosa rinascita nel secondo dopoguerra. Un'analisi della sorprendente capacità di autocritica e dell'ironia sibillina dei tedeschi che costituirono l'anima di questa forma di spettacolo, i cui testi, spesso irriverenti e provocatori, passarono più volte sotto la mannaia della censura. Un'accurata ricostruzione storico-culturale, arricchita di numerose immagini dell'epoca a in cui vengono proposte anche le canzoni satiriche, qui tradotte per la prima volta in italiano.
Paola Sorge, Kabarett!, elliot 2014


L'Età del Bronzo era meno arretrata di quello che si pensa: recenti studio ci restituiscono un mondo incredibilmente organizzato e vasto, sorprendentemente simile al nostro, che sembrava intramontabile, come il nostro, ma che cadde di schianto. Lo stagno, necessario per ottenere il bronzo delle armi e degli utensili, che erano le merci più ambite, e sul loro commercio era fiorita un'intesa internazionale che coinvolgeva tutti i grandi imperi del Mediterraneo; caduto il primo anello, caddero tutti gli altri, in pochi anni, e le fiere civiltà che avevano governato su porzioni enormi del mondo conosciuto si sciolsero come neve al sole, lasciando poco o niente della loro millenaria esistenza. Ma fu solo a causa dei misteriosi Popoli del Mare?
Eric H. Cline, 1177 a.C. - Il collasso della civiltà, Bollati Boringhieri 2014

In questo testo, scritto nel 1906 in lingua inglese e ormai divenuto un classico, vengono discussi non soltanto il profondo valore simbolico del tè, ma anche temi come lo Zen, il Taoismo e altri aspetti dell'approccio orientale alla vita. Il libro dimostra come il rito del tè sia da sempre, in Asia, un mezzo di trasmissione del sapere e delle qualità umane, prima fra tutte la semplicità, e come questa semplicità abbia influenzato nei secoli la cultura, l'arte e l'architettura del Giappone.
Okakura Kakuzo, Il libro del tè, elliot 2014



Nessun commento:

Posta un commento