11 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

Dala kulebjaka zarista al boršč ucraino, dal palov uzbeco allo spezzatino georgiano... Dieci momenti per rievocare la storia di una famiglia che, lungo quattro generazioni, ha vissuto la parabola tragica ed epica dell'Urss.
Anya von Bremzen, L'arte della cucina sovietica, Einaudi 2014








Questo libro indaga la dimensione complessiva della tradizione spirituale del Giappone, seguendo due prospettive che si intersecano, quella storica e quella antropologica. Un'analisi in profondità che non trascura neppure le forme artistiche, con una riflessione sul senso, profondamente religioso, che illumina talune arti "tradizionali", come i giardini di pietra, la cerimonia del tè e l'ikebana.
Massimo Raveri, Il pensiero giapponese classico, Einaudi 2014





Un libro popolato dai protagonisti che nel corso dei secoli, da Vasari ai nostri giorni, in Europa come negli Stati Uniti, hanno contribuito alla costruzione di una nuova disciplina: la storiografia artistica nei suoi molteplici indirizzi di ricerca. Un volume di cui si avvertiva la necessità perché, tenendo presente che il mestiere dello storico dell'arte è differente da quello del filosofo di estetica e del teorico, sono stati riannodati gli aspetti del lavoro più squisitamente storiografico con tutte quelle sollecitazioni attivate dagli stessi oggetti di studio.
Orietta Rossi Pinelli (cur.), La storia delle storie dell'arte, Einaudi 2014



Affascinante della prima all'ultima pagina, L'universo matematico è uno di quei rari esempi di libri divulgativi singolarmente chiari, che contengono una novità rivoluzionaria e originale. Un libro che potrebbe cambiare il destino di una disciplina, ma che interessa quasi tutti i campi del sapere, dalla matematica, alla cosmologia, alla filosofia. Per Tegmark il mondo reale non è solo descritto dalla matematica, ma coincide con la matematica, è matematica.
Max Tegmark, L'universo matematico, Bollati Boringhieri 2014

Nessun commento:

Posta un commento