24 settembre 2014

I nostri consigli

La distanza fra la Nigeria e gli Stati Uniti è enorme, ma per Ifemelu è necessario. Almeno sa che ad accoglierla troverà la zia e che il suo ragazzo presto la raggiungerà. Arrivata in America però si rende conto di quanto la nuova realtà imponga scelte estreme, e come la frattura con il passato, compresi gli affetti più cari, sia inevitabile.In più, è arrivando in America che Ifemelu scopre di essere "nera", e diversa; esasperata, decide di dare voce al proprio scontento dalle pagine di un blog, che conquista presto un folto pubblico. Ciononostante resta l'insoddisfazione, la nostalgia per la Nigeria: è tempo di fare nuovamente le valigie.
Chimamanda Ngozi Adichie, Americanah, Einaudi 2014


Alla fine degli anni Quaranta, nelle sale del Cairo Automobile Club l'Egitto dei pascià e dei monarchi fa la corte ad aristocratici e diplomatici d'ogni sorta, basta che siano europei. Negli spazi comuni, un esercito di servitori e impiegati si affanna a soddisfare le esigenze dell'inflessibile Kao, camerlengo del re. Tra i sudditi c'è 'Abdelaziz Hamam, erede di una ricca famiglia in rovina, arrivato nella speranza di assicurare un'istruzione ai figli. Seguendo i cammini contrastanti che prendono i suoi ragazzi, scopriamo gli ultimi sussulti dell'Egitto pre-nasseriano.
'Ala al-Aswani, Cairo Automobile Club, Feltrinelli 2014



In una cittadina immaginaria della penisola del Perak, in Malesia, s'intrecciano le vicende di Auyong, un ex direttore di supermercato che si trasferisce da Kuala Lumpur per gestire una fabbrica di litchi in scatola, e di Mami Beevi, un'anziana lunatica e stravagante che, in seguito a una grave alluvione, si stabilisce nella grande casa di famiglia e la trasforma in struttura turistica. Alle loro storie si affiancano quelle di altri personaggi della cittadina, ma soprattutto a un certo punto entra nelle loro vite Mary Anne, una ragazzina sopravvissuta all'incidente costato la vita alla sorellastra di Beevi e al marito. Da quel momento le voci di Auyong e Mary Anne si alternano nel narrare le loro storie e quelle della cittadina.
Shih-Li Kow, La somma delle nostre follie, Metropoli d'Asia 2014

Braccato senza sosta da ricordi dolorosi, Felix compie un viaggio trai confini dell'Europa alla ricerca della perduta Ema e del suo tragico amore. Scritto in anni in cui l'Albania usciva vinta e mortificata da un regime totalitario, questo romanzo è il resoconto allucinato dell'inferno di un uomo travolto dalla storia, e di una donna vittima della dittatura.
Visar Zhiti, Il visionario alato e la donna proibita, Rubbettino 2014

Nessun commento:

Posta un commento