21 novembre 2015

I nostri consigli

Yorkshire, inizio Ottocento. Shirley, giovane donna ricca e caparbia, si trasferisce nel villaggio in cui ha ereditato un vasto terreno, una casa e la comproprietà di una fabbrica. Presto fa amicizia con Caroline, orfana e nullatenente, praticamente il suo opposto. Caroline è innamorata di Robert Moore, imprenditore sommersi dai debiti, spietato con i dipendenti e determinato a ristabilire l'onore e la ricchezza della sua  famiglia, minati da anni di cattiva gestione. Pur invaghito a sua volta della dolce Caroline, Robert è conscio di non poterla prendere in moglie: la ragazza è povera, e lui non può permettersi di sposarsi solo per amore. Così, mentre da una parte Caroline cerca di reprimere i suoi sentimenti per Robert, dall'altra Shirley e il suo terreno allettano tutti gli scapoli della zona...
Charlotte Bronte, Shirley, Fazi 2015

Mentre aiuta un amico a sistemare un appartamento a Parigi, il diplomatico Jean-Yves Berthault si imbatte in un plico di lettere scritte a mano. Dopo aver letto la prima, Berthault realizza di avere tra le mani una corrispondenza straordinaria: un'appassionata storia d'amore epistolare, e non solo, che rimanda ai classici della letteratura erotica francese, come Histoire d'O e Il Delta di Venere. Simone, parigina benestante, scrive a Charles, il suo giovane amante, spostato. Le lettere sono datate tra il 1928 e il 1930 e raccontano un amore illecito che si rivela essere una scoperta per entrambi gli amanti. Man mano che la relazione si fa più intensa, quella di Simone per Charles diventa una vera e propria ossessione, soprattutto quando l'uomo inizia a prendere le distanze...
Jean-Yves Berthault (cur.), La passione di Mademoiselle S., Bompiani 2015

In una capanna al limitare del bosco, la giovane Rinthy dà alla luce un bambino. Il padre del bimbo, fratello di Rinthy, si libera del neonato abbandonandolo in riva al fiume. Certa che il figlio sia vivo, la donna parte alla sua ricerca per le strade di una terra desolata. Il padre, a sua volta, rincorre la sorella per le stesse strade, mosso da un'uguale certezza di ritrovarla. Al loro girovagare si intreccia quello di una malvagia "trinità" che sfiora via via le misere esistenze di una serie di personaggi tingendole di sangue. E quando i protagonisti si incontreranno, l'epilogo avrà tratti d'inimmaginabile crudeltà.
Cormac McCarthy, Il buio fuori, Einaudi 2015



In questo trattato di assurdologia c'è di tutto: cose che prendono la parola, amanti che si azzurrano, critici che si fanno un punto d'onore di ammazzare i loro scrittori, sconcertanti diari di bordo, rigorose relazioni antropologiche su tribù lontane, carcerieri ossessionati, bevitori incalliti, casi clinici, rettifiche che rettificano rettifiche. 
Bernard Quiriny, Storie assassine, L'Orma 2015

Nessun commento:

Posta un commento