24 novembre 2015

I nostri consigli - Contrasto

È stato lo scrittore leggendario di inizio Novecento: il famoso, prolifico, discusso, rivoluzionario Jack London, una delle figure più affascinanti emerse dalle vene dell'America. Ma non solo. Nella sua vita, Jack London è stato anche un fotografo (chiamava le sue immagini documenti umani) e la macchina fotografica è stata la compagna inseparabile di avventure e reportage in tutto il mondo. Questo libro presenta un'ampia selezione delle sue fotografie, accompagnate da brani tratti da alcuni dei suoi capolavori di narrativa e giornalismo.
Jack London, Le strade dell'uomo, Contrasto 2015



"Adoro la fotografia, adoro fotografare, tenere in mano la fotocamera, giocare con le inquadrature e con la luce. Adoro vivere con la gente, osservare le comunità e ora anche gli animali, gli alberi, le pietre. È un'esigenza che proviene dal profondo di me stesso. È il desiderio di fotografare che mi spinge di continuo a ripartire. Ad andare a vedere altrove. A realizzare sempre e comunque nuove immagini."
Sebastião Salgado, Dalla mia Terra alla Terra, Contrasto 2014





"Una vita è come una città: per conoscerla ci si deve perdere. Mi sono perduto nel suo universo interiore senza preoccuparmi della cronologia. Mi sono immerso nei suoi archivi con la segreta speranza di non uscirne più. E ho ascoltato lui, che raccontava tutto e niente nella favolosa babele dei suoi ricordi. La storia del suo sguardo è quella di un uomo che si è posto per tutta la vita la stessa domanda: "Di che si tratta?" e che non ha mai trovato la risposta perché non esiste."
Pierre Assouline, Henri Cartier-Bresson - Storia di uno sguardo, Contrasto 2015



Questo volume raccoglie i testi scritti da Ferdinando Scianna per riviste e quotidiani in oltre vent'anni di riflessione intorno alla fotografia e ai suoi protagonisti. Nel tempo, è diventato a suo modo un classico, un raro esempio di osservazione attiva nei confronti di autori, progetti editoriali, mostre, consuetudini e teorie nel campo della fotografia. Con l'aggiunta di nuovi testi e di un apparato iconografico, dopo quindici anni Obiettivo ambiguo torna in libreria: lo sguardo di Scianna, lucido e insieme partecipe, fa di questo libro uno strumento prezioso per conoscere e utilizzare sempre meglio il linguaggio fotografico e la sua sintassi e, nello stesso tempo, offre al lettore una galleria di personaggi memorabili, restituiti in tutta la loro affascinante umanità.
Ferdinando Scianna, Obiettivo ambiguo, Contrasto 2015

Nessun commento:

Posta un commento