6 giugno 2016

I nostri consigli

Sul palcoscenico di una spettrale metropoli sudamericana in passato dilaniata dalla guerra e dalla rivoluzione, va in scena il dramma a scatole cinesi di Nelson, attore giovane ossessionato da un commediografo misterioso ormai caduto nell'oblio. L'incontro con l'oggetto della sua ossessione dà il via a un'avventura stralunata e perturbante lungo il percorso di una tournée  che porta la ricostituita compagnia "Diciembre" a rappresentare, tra i più sperduti villaggi andini, una pièce di teatro dell'assurdo che presto si intreccia inesorabilmente alle esistenze dei suoi componenti.
Daniel Alarcòn, Di notte camminiamo in tondo, Einaudi 2016

Il cielo sopra Lima è la ricostruzione vivida ed emozionante di una incredibile storia letteraria (due giovani e ricchi peruviani fecero innamorare Juan Ramon Jiménez, Premio Nobel per la letteratura nel 1956, di una donna immaginaria, tale Georgina, cui poi il poeta dedicò una delle sue opere più sentite), ma è nello stesso tempo un'affascinante ode alla giovinezza, all'ambizione e alla fantasia. Attraverso le pagine del romanzo, spesso divertenti e ironiche, seguiamo le vicende di José e Carlos, i due protagonisti, e il loro percorso alla scoperta di se stessi e di quel mondo letterario a cui tanto vorrebbero appartenere. Un piccolo gioiello narrativo, arguto e profondo, ironico e appassionato.
Juan Gomez Barcena, Il cielo sopra Lima, Frassinelli 2016

È il 23 aprile - data di nascita di Shakespeare - e le gemelle Dora e Nora, attrici e ballerine di seconda categoria, si apprestano a festeggiare i loro settantacinque anni. Suonano alla porta: su un cartoncino bianco arriva l'invito alla festa del padre, il celebre attore Melchior Hazard, che nello stesso giorno di anni ne compie cento, e che di riconoscerle non ne ha mai voluto sapere. C'è da decidere cosa indossare! Così si apre Figlie sagge, la storia di due donne libere ed eternamente giovani che, nate nel lato sbagliato della città, quello più misero, sono sempre state attratte dal bagliore del mondo dello spettacolo.
Angela Carter, Figlie sagge, Fazi 2016



Adrian è un architetto stimato e la sua vita è praticamente perfetta. È un uomo di successo. Attraente. Amato. Ha ottimi rapporti con le sue due ex mogli e con i cinque figli. Non solo: si è appena risposato per la terza volta con Maya. Ma tutto funziona, perché tutti sono felici: i bambini, lui e anche la sua terza moglie. Adrian è il collante che riesce a tenere insieme tutti i membri di questa numerosissima famiglia allargata. Maya, però, muore improvvisamente, investita da un autobus alle tre del mattino. Era sola. E ubriaca. Terribile incidente o suicidio? Da quel momento la vita di Adrian comincia a cadere a pezzi. Piano piano, le crepe profondissime che si sono insinuate nella sua esistenza apparentemente solida si fanno sempre più evidenti. Perché tutti hanno dei segreti. E i segreti hanno delle conseguenze. E alcune possono essere devastanti.
Lisa Jewell, La terza moglie, Mondadori 2016

Nessun commento:

Posta un commento