27 giugno 2014

I nostri consigli

Il protagonista di questo libro è un docente di economia, divorziato con figlio, e concepisce ogni aspetto della vita alla luce delle leggi del libero mercato, senza romanticismo, risentimento, colpa, gelosia. Quando gli viene assegnata una cattedra a Fairfax, Stati Uniti, non ci pensa due volte: lascia la moglie e il figlio, nonché la nuova fiamma, e parte. Tutto cambia quando, in un momento di debolezza, acconsente - su richiesta dell'ex moglie - di partecipare all'educazione del figlio, standole vicino almeno per qualche mese all'anno. Proprio in Olanda, nell'Europa che reputa decadente e corrotta, che le cose cominciano ad andare storte, e il meccanismo ben oliato della sua vita si inceppa.
Arnon Grunberg, Il libero mercato dell'amore, Feltrinelli 2014


Lo scrittore Guy Ableman vive in balìa della moglie, bellissima ma molto diversa da lui, nervosa e irritabile. Guy è però altrettanto in balìa dall'affascinante suocera, Poppy. Più simili a sorelle che a madre e figlia, si muovono sempre in coppia, e la loro duplice presenza tiene Guy in uno stato di continua irrequietezza, alimentandone le più sfrenate fantasie ma al contempo impedendogli le concentrazione necessaria a scriverne. Fino a quando si chiede se non sia giunto il momento di portare il suo amore per Poppy a un altro livello: amore dal quale si illude di poter scrivere un altro grande libro.
Howard Jacobson, Prendete mia suocera, Bompiani 2014


Cronaca fedele dell'avventura nell'estremo nord della Norvegia intrapresa da Alfred Issendorf, partito con due obiettivi: da un lato dimostrare una teoria sui meteoriti che gli conferirà sicuramente gran lustro accademico, dall'altro, regolare i conti col padre, brillante scienziato scomparso prematuramente. Il suo viaggio sarà però molto diverso da come se l'era immaginato.
Willem Frederik Hermans, Alla fine del sonno, Adelphi 2014






Quando la nonna guaritrice lascia il Giappone, Shizukuishi si ritrova improvvisamente sola, e costretta ad abituarsi in fretta alla vita in città, ambiente per lei nuovo e minaccioso. Porta sempre con se il ricordo della vita tra le montagne, in perfetta comunione con la natura. Cercherà una nuova famiglia, una casa, una dimensione in cui poter essere se stessa. Una storia fatta di piccoli gesti, linguaggi silenziosi, da un'autrice che non ha bisogno di presentazioni.
Banana Yoshimoto, Andromeda Heights, Feltrinelli 2014

Nessun commento:

Posta un commento