5 maggio 2014

I nostri consigli

Affascinante resoconto della Grande Peste che colpì Londra tra il 1664 e il 1666, uccidendo oltre 100.000 persone. Fu redatto più di cinquant'anni più tardi da Daniel Defoe, che all'epoca dei fatti era ancora bambino, basandosi sia sui propri ricordi che su innumerevoli elementi storici e documentali.
Daniel Defoe, Diario dell'anno della peste, Elliot 2014






Una ragazzina di tredici anni ricorda l'estate del 1976 a Burzaco, in provincia di Buenos Aires, anno in cui il golpe militare segna l'inizio della dittatura, e un cambio drammatico per la vita della famiglia. Il padre infatti, appartenente alla piccola borghesia argentina, è un comunista dichiarato, pur se romantico e non militante, e per quelli come lui ha inizio un periodo difficile e pericoloso.
Claudia Piñeiro, Un comunista in mutande, Feltrinelli 2014





L'ascesa - determinata da una inattesa e ricca eredità, che le permette finalmente di trasferirsi a Londra dalla provincia inglese degli anni Venti - di una carismatica donna. La scalata all'alta società della City del tempo procede tra contesse, principi e artisti; dopo una serie di tragicomiche avventure, Lucia diventa l'assoluta beniamina dell'aristocrazia londinese. Almeno così lei crede...
Edward Frederic Benson, Lucia a Londra, Fazi 2014 (prima ed. 1997)

Nessun commento:

Posta un commento