7 marzo 2017

I nostri consigli

Conrad ha scritto l'epopea dell'epoca coloniale morente, e All'estremo limite è uno dei suoi romanzi esemplari. Gira attorno al capitano Whalley nel suo ultimo viaggio in mare, con il segreto inconfessabile che si porta addosso. I mari sono gli orientali Mari del Sud, sotto il sole cocente e i vapori dei Tropici; un'era di avventure sta per finire, e il futuro prossimo è buio e chiuso.
Joseph Conrad, All'estremo limite, Quodlibet 2017






Per Ella Milana, giovane supplente in una scuola superiore, diventare membro onorario della Società Letteraria di Sella di Lepre è un riconoscimento straordinario, che equivale a entrare nella storia della letteratura. Ma si accorge presto che il piccolo gruppo di scrittori di cui fa finalmente parte nasconde misteri inquietanti: che fine ha fatto Laura Lumikko, la più famosa autrice di romanzi per ragazzi del mondo e fondatrice della Società Letteraria, inspiegabilmente scomparsa nel bel mezzo di una festa? Che cosa si nasconde dietro il minaccioso rituale noto come il Gioco? E soprattutto, perché la biblioteca di Sella di Lepre conserva edizioni di romanzi classici dal testo profondamente cambiato e dai protagonisti irriconoscibili? In uno stile che fonde ironia, mistero e surreale, "La Società Letteraria di Sella di Lepre" è un'imprevedibile, emozionante caccia al tesoro, dove il tesoro è la verità celata nei libri. Una caccia che porta Ella a rischiare la vita - ma anche a interrogarsi sul significato del narrare, sul potere delle storie, e sul meraviglioso, perturbante ballo in maschera in cui ogni lettore si immerge ogni volta che sfoglia le pagine di un libro.
Pasi Ilmari Jaaskelainen, La società letteraria di Sella di Lepre, Salani 2017

A 25 anni, Vladimir Girikin non ha ancora trovato la sua strada e inganna il tempo (e se stesso) lavorando a Manhattan in una società per l'Inserimento degli Immigrati, dove aiuta come può i suoi connazionali nella difficile transizione all'American way of life. Un lavoro qualsiasi, che gli concede giusto di che vivere in una stamberga dell'East Side in compagnia della sua ragazza, prostituta di lusso. Nel tedio nevrotico della sua vita piomba inattesa l'avventura nella persona di un anziano immigrato che aspira alla naturalizzazione, un ricco, folle, trascinante psicotico nonché eroe di guerra russo.
Gary Shteyngart, Il manuale del debuttante russo, Guanda 2017


Nell'America della metà del Novecento, che si rilassa davanti ai teleschermi dopo aver vinto la guerra europea, un uomo venuto dal nulla crea un programma che conquista milioni di spettatori, dandogli un potere quasi sconfinato. E la prima Candid Camera della storia, e il nome del suo inventore, Colk, entra nel lessico di ogni famiglia. Golk, aggettivo, verbo, nome proprio e comune. Colk, golkare, golkismo. Ma anche «golk» come l'inverso di «god»: dio. E proprio come un dio, lui, Colk, sopra ogni cosa; deciso a colpire i potenti e a soddisfare la propria sfrenata ambizione. Completano una sconsacrata trinità i suoi due principali collaboratori: Hondorp, uno smidollato flàneur newyorkese vittima del fascino di Golk che illudendosi di prenderne il posto sarà coinvolto nella sua rovina; e Hen-dricks, una giovane donna assetata di esperienza che dopo i successi della crudele macchina golkiana tornerà al dorato ovile di un marito miliardario. Nella sua profetica opera d'esordio, Richard Stern propone in chiave tragicomica molti dei temi di cui si è discusso per decenni e che continuano ancor oggi ad animare libri, giornali e talk show televisivi.
Richard Stern, Golk, Calabuig 2017

Nessun commento:

Posta un commento