18 gennaio 2014

I nostri consigli



I consigli di oggi partono con un'arguta e implacabile descrizione della borghesia inglese di inizio '900, con i suoi intrighi e scontri: Un'eredità e la sua storia, di Ivy Compton-Burnett, Adelphi.
La casa del silenzio Continuiamo con un altro libro proveniente da oltremanica, ovvero La casa del silenzio (ed. MeridianoZero), dello scozzese John Burnside. Il protagonista, Luk, un ragazzo orfano di madre, da sempre affascinato dal potere della parola, decide di tentare un esperimento: realizzare quanto raccontato da un'antica storia persiana, in cui l'imperatore Akbar il Grande aveva fatto costruire un palazzo per farvi allevare dei neonati da balie e servitori muti, alla ricerca delle origini del linguaggio. A cosa sarà disposto, chi dovrà sacrificarsi per soddisfare il folle progetto di Luk? 
Sempre dall'Inghilterra viene il romanzo di Vita Sackville-West, Ogni passione spenta (ilSaggiatore), in cui la protagonista, l'ormai settantenne Lady Slane, trovatasi vedova dopo una vita al servizio degli altri (il marito viceré, i sei figli...) decide di riprendere in mano il corso della sua esistenza: "una riflessione sul ruolo delle donne nella società, sulla loro libertà e sui loro obblighi, sul controllo che riescono a esercitare nella propria esistenza."

Nessun commento:

Posta un commento