13 aprile 2012

Il buon inverno - Joao Tordo

Un misantropo scrittore portoghese, rimasto zoppo a seguito di un incidente, ormai senza più illusioni né entusiasmo, decide di partecipare - per denaro - a un convegno di scrittori a Budapest. Lì incontra due colleghi, uno italiano e uno inglese, che lo convincono a recarsi in Italia per una vacanza, presso la villa "Il Buon Inverno", di proprietà del famoso produttore cinematografico Don Metzger, sperando che si tratti di una buona occasione per entrare in contatto col dorato mondo di Hollywood.
Nell'attesa che arrivi il padrone di casa, gli invitati, gente perlopiù meschina, profittatrice e ipocrita, si danno alla pazza gioia. Tutto cambia quando finalmente Don Metzger arriva alla villa: è infatti morto. Gli invitati si ritrovano bloccati al Buon Inverno e nel bosco che circonda la villa: se non confesseranno verranno tutti uccisi, e la paura li spingerà a mostrare la loro vera natura.


Joao Tordo - Il Buon Inverno
Cavallo di Ferro ed.
286 pp.
Leggi la recensione su alleo.it

Nessun commento:

Posta un commento